Idea Brasile

Consigli di viaggio

  • Tramonto a Rio
  • Praia da Barra da Tijuca
  • Mangue Seco
  • Cascate di Iguaçu
  • Aracaju
  • Cascate di Iguaçu
  • RIO
  • ipanema spiaggia.

Itaunas

Itaunas Espirito Santo (Brasile) - suggerimenti di viaggio, cosa fare, cosa vedere, dove dormire, dove mangiare a Itaunas

Itaunas, per circa 8 mesi l'anno, si presenta come un tranquillo villaggio di pescatori, al confine tra gli stati di Bahia e di Espirito Santo. La popolazione residente si aggira intorno alle 2.500 unità. Nei mesi estivi (da dicembre a marzo) e nel mese di luglio, però, il tranquillo villaggio si trasforma in una scatenata località, meta di un turismo sempre crescente e variegato, dove impazzano, sino a tarda notte, i ritmi del forrò e dell'axe.

In particolare, nel mese di luglio, si tengono a Itaunas due festival di forrò della durata di due settimane ciascuno: il Festival de Forrò e il Circuito Nacional de Forrò. Si tratta di manifestazioni che attraggono turisti provenienti da tutto il Brasile.

In generale, poi, durante tutto il periodo di alta stagione, i martellanti ritmi dell'axe e del forrò dominano dalla tarda notte sino all'alba nel Buraco do Tatu, nel Bar Forrò e nel Forrò do Coco che riuniscono gli amanti del genere.

La nota paesaggistica dominante di Itaunas è costituita dalle sue inconfondibili ed alte dune di sabbia che hanno finito per ricoprire parzialmente il villaggio (il vecchio campanile è ormai sepolto ed indicato solo da un cartello) e per retrocederlo di circa un chilometro dalla riva.

Dall'alto delle dune è possibile ammirare l'Oceano ed il vicino Parque Estadual de Itaunas.

Il Parque Estadual è una riserva naturale di 3674 ettari che si estende per 25 km lungo la costa e presenta dune di sabbia alte 20-30 metri. Vi si incontrano scimmie, bradipi e jaguatiricas (ocelot). Il parco è anche una delle basi del Projeto Tamar; da settembre a marzo è così possibile accompagnare i biologi locali sulla spiaggia a osservare le tartarughe marine. Novembre e dicembre sono i mesi migliori per vedere le femmine che arrivano a riva per deporre le uova che si schiudono, poi, nei mesi di gennaio e febbraio.

L'escursione classica è il sentiero sulle dune lungo un chilometro che giunge fino alla spiaggia. In cima alla prima duna è già possibile ammirare il panorama dell'Oceano; sulla spiaggia diversi chioschi attrezzati offrono ottimi piatti di cucina locale a base di pesce ed infrastrutture per la sosta.

Un percorso più lungo è quello che conduce, lungo la costa, sino al confine con la Bahia, all'altezza di un piccolo corso d'acqua (il Riacho Doce). Al confine si trova un cartello dipinto a mano con la scritta "Sorria - voce està na Bahia!". Per il ritorno, se si è fortunati, è possbile chiedere un passaggio sul retro di uno dei pick up che di tanto in tanto percorrono i 16 chilometri verso la città.

A Itaunas, ci sono moltissimi locali economici in cui fermarsi a mangiare.

Le barracas sulla spiaggia offrono un'ottima cucina (a base di pesce e birra ghiacciata) in un contesto decisamente suggestivo.

Per arrivare ad Itaunas, l'opzione più semplice è quella di prendere un autobus da Conceicao da Barra, località situata 23 km più a sud. Conceicao, a sua volta, è raggiunta dai bus della compagnia Aguia Branca a lunga percorrenza (il tragitto da Vitoria a Conceicao dura 5 ore).